Archivio articoli

Passaggio a sofferenza e chiusura del conto corrente

Ove l’Istituto di Credito abbia receduto dal rapporto di conto corrente mediante il c.d. passaggio “a sofferenza”  risulta ammissibile l’azione di ripetizione di indebito da parte del correntista, atteso che il c.d. passaggio “a sofferenza” equivale alla chiusura del conto.

Così il Tribunale di Pavia, con la pronuncia n.289 del 14.2.19, chiarisce che – con l’appostazione a sofferenza ed il recesso dal rapporto – è resa ammissibile l’azione del correntista per la ripetizione dell’indebito.

Leggi il provvedimento Tribunale di Pavia Sentenza n. 289 2019 pubbl. il 14.02.2019

Potrebbe interessarti anche

L’operatività del conto non è ostativa alla rideterminazione del saldo di conto corrente ed alla ripetizione dell’indebito allorquando il saldo è attivo

Tribunale di Velletri sezione II civile sentenza n. 1633/2018 pubblicata il 10/07/2018 Dott. ssa Paola Pasqualucci L’operatività del conto non è ostativa alla rideterminazione del saldo di conto corrente ed alla ripetizione dell’indebito allorquando il saldo è attivo, di modo che non si pone per la correntista il problema di dimostrare di aver corrisposto alla […]

Azione di ripetizione dell’indebito del cessionario del credito.

Il successore nel rapporto controverso, ex art. 111 c.p.c., quale cessionario del credito di una società correntista, è legittimato a impugnare la sentenza di rigetto della domanda proposta dalla sua dante causa ancorché non abbia preso parte al primo grado del giudizio. Con una significativa pronuncia a favore di un cliente dello studio MC LEGAL […]

Il diritto del correntista di ottenere dalla banca la documentazione relativa al rapporto di conto corrente sia in sede stragiudiziale che giudiziaria

La S.C. torna ad occuparsi di argomento di assoluta attualità nel panorama bancario: il diritto del correntista alla consegna della documentazione bancaria relativa al rapporto di c/c intrattenuto con la Banca. Con l’ordinanza del 19 maggio 2020 n. 9198 le Sez. semplici della Corte di Cassazione tornano ad affrontare un tema assai caro alla giurisprudenza […]