Archivio articoli

La fusione per incorporazione estingue la società incorporata: legittimazione della società incorporante all’intervento volontario nel corso di causa.

Le Sezioni Unite, a risoluzione di contrasto, hanno di recente affermato il seguente principio di diritto: la fusione per incorporazione estingue la società incorporata, che non può iniziare un giudizio in persona del suo ex amministratore, ferma restando la facoltà per la società incorporante di spiegare intervento volontario in corso di causa, ai sensi e per gli effetti dell’art. 105 c.p.c.

Potrebbe interessarti anche

Ufficiale la nuova composizione del Monte dei Paschi di Siena.

Da ieri la Banca più antica del mondo è controllata con il 53,4% dallo Stato, dopo la definitiva autorizzazione della Banca Centrale Europea. Il comunicato stampa pubblicato ieri sul sito della Mps, rimanda ai decreti del Mef (Ministero dell’Economia e Finanze) pubblicati in Gazzetta Ufficiale il 28 luglio scorso con cui sono stati previsti “Interventi […]

Decreto rilancio, le misure per le imprese contro l’emergenza coronavirus

Il Decreto rilancio è un maxi pacchetto di misure straordinarie per un valore di 55 miliardi di euro con interventi a sostegno dell’economia italiana gravemente danneggiata dall’emergenza coronavirus. il Decreto rilancio contiene anche alcune misure di aiuti per le imprese. In particolare sono previsti: Taglio della rata Irap di giugno 2020 per le imprese al di sotto dei 250 […]

Nulle le fideiussioni omnibus conformi allo schema predisposto dall’ABI

Cassazione Civile, Sez. I, 12 dicembre 2017, n. 29810 – Pres. Dogliotti, Est. Genovese. Le fideiussioni che riflettono lo schema predisposto dall’ABI nell’ottobre 2002 (segnatamente, clausole di “sopravvivenza”, “reviviscenza” e rinuncia ai termini di cui all’art. 1957 c.c.)  con le “Condizione generali di contratto per la Fideiussione a garanzia delle operazioni bancarie” (c.d. fideiussione omnibus), […]