Archivio articoli

Usura: la procedura di esecuzione immobiliare va sospesa anche in presenza di tasso moratorio appena inferiore alla soglia.

La procedura esecutiva immobiliare azionata dall’Istituto di Credito in virtù di un contratto di mutuo risolto per mancato pagamento delle rate, va sospesa quando il contratto di finanziamento rechi la convenzione di un tasso di mora usurario. Ciò anche se il tasso di mora sia di poco inferiore a quello soglia.

Infatti al tasso di mora devono sommarsi le altre voci di costo, ovvero quelle relative alle spese di gestione del rapporto che rientrano nel computo usurario ex art.644 c.p..

Con la conseguenza che deve essere confermato in sede di reclamo il provvedimento di natura cautelare reso all’esito della richiesta formulata con ricorso in opposizione all’esecuzione proposta dal mutuatario.

Di seguito il testo dell’ordinanza del Tribunale di Brindisi del 26.06.2018 dr. Pappalardo

Tribunale di Brindisi 26.6.18 Dr. Pappalardo – sospensione procedura esecutiva tasso di mora usurario

Potrebbe interessarti anche

Clausola di Salvaguardia: spetta alla Banca l’onere di provare il mancato superamento del tasso soglia.

Con la sentenza 17 ottobre 2019, n. 26286 la Suprema Corte di Cassazione  affronta  importanti  questioni relative al possibile cumulo tra interessi corrispettivi e moratori, ai fini del raggiungimento del tasso anti-usura ed alla valenza ed agli effetti della c.d. “clausola di salvaguardia”, spesso inserita nei contratti stipulati con gli istituti di credito. La Corte era stata chiamata […]

anatocismo bancario

Il costo delle polizze assicurative collegate all’erogazione del credito rileva ai fini della verifica dell’usurarietà del mutuo.

Nell’affrontare lo spinoso tema della misura usuraria del prezzo complessivo del denaro concesso in prestito, il Supremo Consesso, II sez. n. 17466 del 20 Agosto 2020, conferma il pregresso orientamento volto all’inclusione delle spese ‘collegate’ all’erogazione del credito. Invero, con la recentissima pronuncia in oggetto, la Corte – pur riferendosi nella fattispecie specifica ai costi […]

Gratuità del mutuo in caso di tasso di mora usurario.

Esclusione della maggiorazione del 2,1%. Ai fini della valutazione della soglia di usurarietà, l’art. 644, co. III, c.p. rinvia al limite fissato dall’ art. 2, co. IV, della l. 7 marzo 1996, n. 108, che, già in origine, faceva riferimento al tasso medio risultante dall’ultima rilevazione trimestrale pubblicata nella Gazzetta Ufficiale,  che  – criterio ex […]